Registrati GRATIS e fai crescere i tuoi Affari
Home Page Cerca nel Sito Contatta lo Staff Gli Artisti Chi è Japigia.com Questo Portale
Home » Adelma Mapelli  
Archivio 2007
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
·
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»
»


Conosci il Salento


SalentoAziende


Adelma Mapelli. La donna e la ricerca di sé

Dal 29 marzo all’8 maggio 2007

maternitàLa Circoscrizione V In occasione del progetto URB-AL presenta ADELMA MAPELLI La donna e la ricerca di sé Dal 29 marzo all’8 maggio 2007 Mostra personale Circoscrizione V - Via Stradella, 192 (Torino)

In occasione del progetto URB-AL - programma della Commissione Europea che si propone di incoraggiare lo scambio di esperienze tra collettività locali dell'Europa e dell'America Latina – avrà luogo nei locali di Via Stradella, 192 (Torino) la mostra Adelma Mapelli. La Donna e la ricerca di sé, curata dalla Cooperativa Soluzioni Sociali s.c.a.r.l. e promossa dalla Circoscrizione V.

La Città di Torino, con la Circoscrizione V, ha aderito alla rete 5 del progetto URB-AL dedicata alle " Politiche sociali urbane" partecipando a tre progetti comuni: "la promozione della salute: uno strumento di cittadinanza attiva"; "la Salute di tutti: dal progetto all’azione". In queste due fasi l’obiettivo era quello di favorire, attraverso il consolidamento di pratiche di cittadinanza attiva, l’appropriazione, da parte di gruppi di popolazione, di temi e attività in relazione con la salute e il benessere individuale, familiare e sociale. Il progetto attuale, con scadenza dicembre 2007, si presenta come continuazione delle attività realizzate e delle conoscenze acquisite nel contesto delle precedenti fasi del progetto e mira a fortificare e consolidare i risultati ottenuti attraverso la creazione di uno spazio fisico e professionale – IL CENTRO PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE - dove poter elaborare con la partecipazione attiva della popolazione, degli operatori formali e informali della salute, strategie di informazione e di diffusione delle "buone pratiche" relative alla salute intesa nel significato più ampio di ben-essere. Le Città, che con Torino sono coinvolte, nel progetto sono: Bilbao (Spagna), Rosario (Argentina), Montevideo (Uruguay), Ate (un quartiere di Lima, Perù) e Inpades ( Trelew – Argentina). Tra gli elementi che favoriscono il benessere psico-fisico della persona si annoverano: il lavoro, la famiglia, l'aspetto economico, i luoghi di lavoro, l'ambiente, la casa, la comunità., la scuola, le strutture assistenziali, le strutture sportive, la città (il quartiere, la circoscrizione), le vie di comunicazione, le strutture sanitarie, i luoghi di svago e non ultima, la cultura e il suo sviluppo, attraverso tutte le sue espressioni, dal teatro alla letteratura, dalla musica alla poesia e alla pittura.

È all'interno di tutti questi ambiti che si dovranno realizzare percorsi che, attraverso la conoscenza del sé, della realtà, e della vita sociale, si propongano la preparazione, la formazione e l’informazione di uomini e soprattutto donne su più sani e diversi stili di vita.

In quest’ottica l’artista piemontese Adelma Mapelli, da sempre attenta all’universo femminile, propone un’esposizione realizzata da una selezione delle sue opere più intimamente legate alla donna e al suo modo di relazionarsi fisicamente e psicologicamente con la società.

L’artista, ADELMA MAPELLI, è nata a Torino nel 1940. A stretto contatto fin da subito con il mondo dell’arte. Nel 1958 frequenta la scuola di figurino del maestro Golia e nel ’61 prende lezioni da Maria Ghiotti. Dall’inizio degli anni settanta comincia a presentarsi al pubblico con una serie di mostre personali. Nel ’73 dà principio a una ricerca pittorica astratto-simbolista "Nuova Sintesi", usando come simbolo chiave della vita gli spermatozoi e gli ovuli. Nel ’77 intraprende la tecnica dell’acquarello con Guido Bertello, privilegiando l’aspetto figurativo. Agli inizi degli anni ottanta sposta il suo interesse verso la paesaggistica. Nell’84 sposa la libera professione, dedicandosi all’acquerello (produzione in esclusiva per una Galleria Svizzera). Negli anni ’90 raggiunge la piena espressione artistica in tutte le tecniche sperimentate, fino ad arrivare alla maturazione attuale sempre in continuo divenire, tra il vecchio e il nuovo, culminando in una vera e propria esplosione di sentimento in opere, capaci di cogliere le varie voci della vita. Attualmente, la padronanza di svariate tecniche, l’ha condotta a spaziare dall’acquerello all’olio, dalle terrecotte al pastello, portando avanti un discorso che fluttua dal simbolismo all’astrattismo, dal verismo alla fantasia, in perenne divenire.

INFORMAZIONI Ufficio Stampa Ilaria Gai (338.9230234) Carola Serminato (349.1299250) Francesca Aimar (338.1932463).

Orari: lunedì, mercoledì, giovedì ore 10-12 e 15-18; Martedì: ore 10-17; venerdì: ore 10-14; Sabato e domenica chiusa.

Comunicato segnalato da Ilaria Gai

Ultimo aggiornamento: 11/05/2007 (14:45)

Letture collegate

Da leggere:
»
»
»
»


Versione StampabileVersione stampabile


Segnala la pagina

segnalaciSegnala questa pagina ad un tuo amico usando il nostro "Dillo alla Rete"!


Concorso Ultima cena

Su questo Portale
»
»


Cerca nel Sito


Japigia.com


Home Cerca nel sito Contatta lo Staff
Le foto di Lecce su Japigia.com
ArteSalento.it è un'iniziativa Japigia.com!
Per informazioni e contatti: info@artesalento.it
Informazioni sulla Privacy e cookie
Vietata la riproduzione, anche parziale,
dei contenuti del sito Informazioni sul Copyright.
Copyright by Japigia.com 2003/2014.
Partita I.V.A 03471380752 - R.E.A. CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***